28 giugno 1944

Una giornata da non dimenticare

28 giugno 1944 - Una giornata da non dimenticare
PROGRAMMA

SABATO 23 GIUGNO
ore 17.00 - Piazza 3 Novembre 
Al di là della guerra 
Riva del Garda 1943-1945 
Con partenza da Palazzo Pretorio, percorso nel centro storico cittadino tra le installazioni dedicate alla Resistenza. 
Letture a cura del Gruppo Il tè delle letture.

MARTEDI' 26 GIUGNO
ore 20.30 - Museo di Riva del Garda, Sala conferenze 
I luoghi della memoria
28 giugno 1944
La Resistenza nel Basso Sarca
Presentazione del progetto su misura realizzato dal Liceo Maffei - Classi V C scientifico e IV B pedagogico.

GIOVEDI' 28 GIUGNO
Cerimonie ufficiali
ore 8.00
Suono della Renga. Deposizione delle corone di alloro ai tre cippi intitolati a Meroni, lmpera e Franchetti, alla tomba dei Martiri al cimitero del Grez e alla stele al Parco della Libertà.
ore 17.00
S. Messa nella Chiesa Arcipretale e breve corteo con la Banda della Valletta dei Liberi Falchi e con tamburi imperiali della Fanfara alpina di Riva del Garda fino a via Montanara. Scopertura della targa in memoria della battaglia di Riva del Garda.
Deposizione di una corona alla lapide che ricorda i Martiri della Libertà presso la Loggia Pretoria.
ore 18.15
Commemorazione dei Martiri presso il Museo di Riva del Garda.
ore 18.45 - Museo di Riva del Garda, Sezione di storia
Achtung Banditen!
La Resistenza nel Basso Sarca
1943-1945
Inaugurazione della mostra.

LUNEDI' 2 LUGLIO
ore 20.30 - Rocca di Riva del Garda, Cortile interno
L'uomo che verrà (2009)
Proiezione del film del regista Giorgio Diritti, presentazione di Ludovico Maillet.
(in caso di pioggia presso la Sala conferenze nella Rocca)

MARTEDì 3 LUGLIO
ore 20.30 - Rocca di Riva del Garda, Cortile interno
Difendere e attuare la Costituzione italiana
Conferenza con Diego Novelli
(in caso di pioggia presso la Sala conferenze nella Rocca)

 

 

«Amici dell'Arte» e «La Firma»: un anno alla «Craffonara»

 

Per la prima volta la galleria civica «Giuseppe Craffonara» propone un proprio programma annuale di esposizioni frutto di un inedito disegno di razionale utilizzo delle risorse e delle strutture pubbliche, e di più attenta valorizzazione dell'attività culturale dell'associazionismo. Il cartellone 2012, affidato al Gruppo Amici dell'Arte e all'associazione La Firma, è stato presentato nella mattina di martedì 21 febbraio in municipio a Riva del Garda, presenti per l'amministrazione comunale l'assessore alla cultura Maria Flavia Brunelli e la responsabile dell'Ufficio Cultura, Sport, Turismo Marina Tomasi; per il Gruppo Amici dell'Arte il neo presidente Luigi Meregalli e il presidente uscente Roberto Piazza; e per l'associazione La Firma la presidente Anna Caser, il vicepresidente Ludovico Maillet e il membro del direttivo Franco Delli Guanti. La prima mostra degli Amici dell'Arte, una collettiva dal titolo «Energie, segni, forme e colori», s'inaugura il 31 marzo; segue l'esposizione «Soltanto un sogno» che La Firma dedica alla poetessa Antonia Pozzi nel centenario della nascita (inaugurazione il 21 aprile).

Un anno alla CraffonaraLa scelta di una programmazione annuale – ha spiegato l'assessore Brunelli – parte sì dalla contrazione delle risorse, ma ci consente soprattutto di gestire con migliore efficienza una struttura pubblica importante quale la galleria “Craffonara” e quindi di valorizzare al meglio l'offerta culturale di due associazioni importanti e attive quali il Gruppo Amici dell'Arte e l'associazione La Firma. Che nella loro diversità offrono una straordinaria ricchezza e un'interessante complementarietà di proposte.

Inoltre la programmazione annuale ci ha consentito di realizzare il progetto “Officine Riva” con cui dedichiamo la “Craffonara” per alcuni momenti dell'anno a giovani e meno giovani artisti o aspiranti tali della zona, per offrire loro un momento di visibilità non a scopo commerciale ma di sostegno e aiuto. Non necessariamente artisti in senso stretto ma anche persone che fanno anche altro nella vita, ma danno spazio alla propria creatività con risultati interessanti. La programmazione è una scelta che davvero porta con sé un migliore sfruttamento delle risorse; e l'anno prossimo faremo ancora di più. Perché la cultura in momenti di poche risorse è un settore che facilmente subisce tagli, ma per noi è una forma di investimento importante alla quale dedichiamo ogni sforzo».

Un cenno l'assessore lo ha rivolto alla questione del destino della galleria Craffonara che il Prg, come si sa, vorrebbe abbattuta; Maria Flavia Brunelli ha espresso la ferma intenzione dell'amministrazione comunale di mantenerla invece in vita, per contemplare la possibilità della demolizione solo nel caso in cui si rendesse disponibile in futuro uno spazio alternativo, di non minore capienza e funzionalità.Antonia Pozzi

La prima mostra dell'associazione La Firma (dal 21 aprile al 13 maggio) è dedicata ad Antonia Pozzi: «Una mostra in cui cogliamo un aspetto inconsueto della grande poetessa – ha spiegato la presidente – quello cioè della sua fotografia, e specialmente l'elemento di vicinanza tra le sue inquadrature fotografiche e la pittura di Giovanni Segantini, artista come si sa originario di Arco che la Pozzi è certo abbia conosciuto».
«I nostri maggiori sforzi sono per far convivere le attese dei corsisti con quelle degli artisti di esperienza – ha detto poi il presidente degli Amici dell'Arte Luigi Meregalli – e per questo abbiamo sperimentato quest'anno una nuova formula: invitare altre associazioni.
Quest'anno espongono alla Craffonara lo studio d'arte Andromeda e la Società Belle Arti di Verona, con le quali possiamo creare un reale scambio e momenti di condivisione e crescita.
E proponiamo inoltre un ciclo di conferenze per la formazione degli artisti, dal titolo “Lezioni di storia dell'arte”, a partire dal 6 marzo».

21 febbraio 2012
Ufficio Stampa - Comune di Riva del Garda 

Sala Civica 
«G. Craffonara»
Riva del Garda

Mostre 2012

Mostre 2012 alla Galleria Civica G. Craffonara


Rassegna stampa:


Dodici mesi di mostre alla Craffonara (Il Trentino 22 febbraio 2012)


 

Tre giorni e tre Comuni per la Memoria

 

Giornata della Memoria

Tre giorni di manifestazioni ed eventi, giovedì 26, venerdì 27 e domenica 29 gennaio: così i Comuni di Arco, Nago Torbole e Riva del Garda celebrano assieme la Giornata della Memoria, istituita nel 2000 dal Parlamento italiano per commemorare l'Olocausto, le vittime del nazionalsocialismo e del fascismo, e per ricordare coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati. La Giornata della Memoria cade il 27 gennaio, giorno in cui nel 1945 le truppe sovietiche dell'Armata Rossa arrivarono nella città polacca di Auschwitz e scoprirono, rivelandolo per la prima volta al mondo, l'orrore del genocidio nazista. L’iniziativa è organizzata dal Servizio Attività Culturali Intercomunale di Arco e Riva del Garda che propone un programma condiviso di iniziative, cui tutta la cittadinanza è invitata.

Si rinnova quindi l’impegno congiunto delle amministrazioni comunali altogardesane per un momento di memoria che per sua natura è destinato ad unire: l'apertura è con la solenne cerimonia del Ricordo, la commemorazione congiunta ufficiale giovedì 26 gennaio al monumento ai deportati ebrei ad Arco, nei giardini pubblici di via Bruno Galas, con le rappresentanze delle tre amministrazioni comunali, della Comunità di Valle Alto Garda e Ledro, delle Forze Armate e di Polizia, delle associazioni combattentistiche e d'arma, con l’intervento della storica Maria Luisa Crosina.
L'inizio è alle ore 16.30; intervengono anche gli alunni della quinta classe della scuola primaria di Massone con l’insegnante Olga Cappelletti a presentare il lavoro di ricerca svolto sul tema della Shoha.A seguire, con inizio alle ore 18, nella sala riunioni della biblioteca civica di Riva del Garda si presenta il volume di Beatrice Primerano «Ernesta Bittanti e le leggi razziali del 1938» (edito dalla Fondazione Museo storico in Trento); intervengono l'autrice e Diego Quaglioni, docente dell'Università degli Studi di Trento, ricercatore e autore di diverse pubblicazioni d’argomento storico. 

D-day to Berlin di George StevensVenerdì 27 gennaio a Riva del Garda in Rocca si proietta il film di George Stevens «D-day to Berlin» (USA, 1994), con inizio alle ore 17.30 e in collaborazione con il centro culturale «La Firma» di Riva del Garda.
Quindi alle 21 nell'ex biblioteca di viale Damiano Chiesa il gruppo «Il Tè delle letture» legge brani da «Destinatario sconosciuto» di Katherine Kreesmann Taylor (ed. BUR Rizzoli), per la regia di Sabrina Simonetto. 

Domenica 29 gennaio a Palazzo dei Panni ad Arco il coro Col Hakolot diretto dal maestro Eyal Lerner propone un concerto dal titolo «Il cammino del popolo ebraico in musica», con inizio alle ore 11. Mentre nel teatro della casa della comunità di Nago alle 21 va in scena il racconto teatrale «Am grossen Wannsee» di Renzo Fracalossi, con il Club Armonia di Trento e per la regia di Emilio Frattini e Renzo Fracalossi.

18 gennaio 2012
Ufficio Stampa Comune di Riva del Garda 

Galleria Civica "G. Craffonara" Giardini di Porta Orientale 

Centro Culturale La Firma
settembre  >  dicembre 2011
 


 

03 > 15 settembre 2011 ACROBAZIE  Circo e dintorni  Le fotografie di Primo Cassol, i burattini di Maurizio Gioco e le sculture di cartapesta di Titou Vergier   03 > 15 settembre 2011

ACROBAZIE
Circo e dintorni

Le fotografie di Primo Cassol, i burattini di Maurizio Gioco
e le sculture di cartapesta di Titou Vergier



24 settembre > 09 ottobre 2011

VEDERE IL MONDO / VEDERE MONDI
WAS HERE
La fotografia di Paolo Parma

a cura di Luigi Meneghelli
L'assenza, l'arma, l'ombra
nelle immagini dell'artista veronese

              
  Vedere il mondo / Vedere Mondi

Fratelli D'Italia  



15 ottobre > 06 novembre 2011

FRATELLI D'ITALIA
Undici artisti rendono omaggio al Risorgimento

Tra il serio e l'ironico, una interpretazione 
antiretorica dell'Unità d'Italia 
 


19 novembre > 11 dicembre 2011

RICORDI MAGICI DI LELE LUZZATI
Opere di mare e di terra edite ed inedite

a cura di Natasha F. Pulitzer
il mondo magico di un grande
protagonista dell'arte del Novecento 

 
Ricordi magici di Lele Luzzati 


Le esposizioni saranno accompagnate da eventi letterari, musicali, cinematografici ed enogastronomici




Informazioni aggiuntive