La Firma Cinema

Lunedì Cinema 2015 | 2016


Alla riscoperta dei «buoni film»

 

Carissimi,
eccoci giunti al nostro tradizionale appuntamento con il cineforum che ci accompagnerà per diversi mesi. Iniziamo una stagione ricca di film che speriamo sia di vostro gradimento. Ci rendiamo sempre più conto che da qualche anno l'aria in Italia sta cambiando in meglio (se non altro dal punto di vista cinematografico!): si intensificano le uscite nei circuiti cinematografi­ci «normali» di film del nostro passato più o meno recente. Si comincia a capire che il patrimonio cinematografico italiano - e non solo - è una ricchezza importantissima la cui memoria merita di essere valorizzata, diffusa e conosciuta. Sento sempre meno dire in giro: «non vado a vedere quel film, perché è vecchio!» ...e magari è della stagione precedente! Questo ci confer­ma nella nostra ipotesi (ma oserei dire «certezza») che non esistono «vecchi film» ma solamente «buoni film».

Devo dire che la Cineteca di Bologna in questo ha avuto un ruolo fondamentale restaurando, mettendo a disposizione e diffondendo film altrimenti introvabili. E noi nel nostro piccolo siamo sempre stati su questa linea e abbiamo sempre cercato insieme a voi di tenere viva la memoria di un arte straordinaria che è stata definita non a caso «l'arte del XX secolo» e che speriamo abbia ancora lunga vita.

Quest'anno abbiamo riscoperto e dedicato una mostra ad una meravigliosa diva pressoché dimenticata: Dorian Gray (al secolo Maria Luisa Mangini). Dorian Gray ha vissuto per quasi quarant'anni in Trentino dove è morta nel 2011. Nella sua estrema riservatezza aveva fatto perdere le tracce di sé e pochissimi sapevano ormai dove abitava e cosa faceva. Dopo averle dedicato una mostra a Riva del Garda - omaggio che proseguirà a Torcegno, paese dove risiedeva - ci sembrava naturale dedicarle un ciclo di film nel quale poter ammirare tutta la sua bravura e bellezza. Iniziamo con il suo ruolo forse più famoso e cioè quello della «malafemmina» nel classico di Camillo Mastrocinque «Totò, Peppino e la... malafemmina» per proseguire poi con altre commedie e con il ruolo drammatico interpretato ne «Il grido» di Michelangelo Antonioni.

Ci sposteremo poi ad Arco dove continueremo a scavare nella memoria della Grande Guerra con un breve ciclo di film dedicato ai «fronti altri», film cioè che non siano ambientati sulla linea austro-ungarica come siamo abituati a vedere ma abbraccino altre terre e continenti come è avvenuto nella realtà di una guerra, per l'appunto, «mondiale».

Dedichiamo poi un ciclo ai 100 anni di Orson Welles che quest'anno è stato celebrato un po' ovunque come quel genio cinematografico che era. Vi mostreremo cinque dei suoi capolavori hollywoodiani della prima parte della sua carriera, lasciando fuori, magari per un altro anno, i suoi meravigliosi adattamenti shakespeariani .

Ritorneremo ad Arco per uno splendido ciclo dedicato ad un maestro della commedia sofisticata americana nel momento del suo tramonto. Il regista Stanley Donen, in una serie di film spesso interpretati dall'inossidabile Cary Grant, ha dato gli ultimi sublimi colpi d'ala ad un genere tra i più belli creati dal cinema americano classico.

Chiuderemo a marzo con un ciclo dedicato al «giallo all'italiana»: a partire dagli anni '60 e soprattutto nel decennio successi­vo i film gialli italiani sono stati presi ad esempio ed imitati in tutto il mondo dai registi più disparati. Segno questo che la vitalità dei generi così detti «popolari» ha irrigato moltissimo cinema «alto» in uno scambio fecondo e produttivo.

Felice di iniziare con voi questa nuova avventura, vi auguriamo felici visioni!
Ludovico Maillet

 

lunedìcinemacineforum  

  PROGRAMMA  2015 | 2016

         
    CHIAMATEMI DIVINA (DORIAN GRAY)    
 RIVA DEL GARDA 19 ottobre  Totò Peppino e la... malafemmina (1956) di Camillo Mastrocinque    
  26 ottobre Brevi amori a Palma di Maiorca (1959) di Giorgio Bianchi    
  02 novembre Il grido (1957) di Michelangelo Antonioni    
  09 novembre Mogli pericolose (1958) di Luigi Comencini    
         
    ALTRI FRONTI    
 ARCO 17 novembre (*) Gli anni spezzati (1981) di Peter Weir    
  23 novembre Joyeux Noël (2005) di Christian Carion    
  30 novembre La regina d'Africa (1951) di John Huston    
         
    100 ANNI CON ORSON WELLS    
 RIVA DEL GARDA 11 gennaio Quarto potere (1941) di Orson Welles    
  18 gennaio L'orgoglio degli Amberson (1942) di Orson Welles    
  26 gennaio (*) Rapporto confidenziale (1955) di Orson Welles    
  01 febbraio L'infernale Quinlan (1958) di Orson Welles    
         
    STANLEY DONEN O DELLA LEGGEREZZA    
 ARCO 08 febbraio Sciarada (1963) di Stanley Donen    
  15 febbraio L’erba del vicino è sempre più verde (1960) di Stanley Donen    
  23 febbraio (*) Due per la strada (1967) di Stanley Donen    
  29 febbraio Indiscreto (1958) di Stanley Donen     
         
    GIALLO ITALIANO    
 RIVA DEL GARDA 07 marzo Sei donne per l'assassino (1964) di Mario Bava    
  15 marzo (*) L'uccello dalle piume di cristallo (1970) di Dario Argento    
  21 marzo Sette note in nero (1977) di Lucio Fulci    
  04 aprile La casa dalle finestre che ridono (1976) di Pupi Avati    
         
  (*) martedì      
         

  

Comune di Riva del Garda

Comune di Riva del Garda

       
Comune di Arco 

 Comune di Arco

Inizio proiezioni ore 21.00

Riva del Garda - Auditorium del Conservatorio
Arco - Palazzo dei Panni

Il programma può subire variazioni
 

Federazione Italiana Cineforum


Servizio AltoGardaCultura

Ingresso con tessera FIC
euro 12.00 valida per l'intera stagione
euro 5.00 per gli studenti fino a 25 anni
Il tesseramento è possibile anche la sera delle proiezioni prima dell'ingresso in sala

 

 
Per informazioni:
Servizio AltoGardaCultura
sede di Arco | 0464 583619
sede di Riva del Garda | 0464 573918
www.lafirmariva.it
www.altogardacultura.it

     

 

Informazioni aggiuntive